Missione Milano – I lost places di Vespa e Lambretta

Corsa all’oro per Vespa e Lambretta a Milano

Chi non conosce le storie dei rivenditori di ricambi per Vespa e Lambretta che a un certo punto sono andati in fallimento?
Nei loro capannoni i tesori del NOS (New Old Stock) sono ancora accatastati in pile alte fino al soffitto. E aspettano solo di essere scoperti da noi! O almeno così credevamo. alte-vespa-lager_03vespa-lambretta-nos-italia

alte-vespa-lager_02vespa-lambretta-nos-italia

Ci siamo messi quindi in contatto con il nostro vecchio amico Claudio e in breve tempo siamo riusciti ad accedere a un magazzino dimenticato fuori Milano, pieno di ricambi per Vespa e Lambretta.

alte-vespa-lager_01vespa-lambretta-nos-italia

Tonnellate di vecchi ricambi a Milano

Quando siamo entrati nei capannoni siamo rimasti senza fiato! Tonnellate di ricambi NOS erano accatastati per due piani fino al soffitto, in attesa che noi li scoprissimo. IMG_3606vespa-lambretta-nos-italia

Tesori per Vespa e Lambretta

Dopo l’entusiasmo iniziale siamo dovuti tornare con i piedi per terra. Come potevamo trovare i veri tesori per Vespa e Lambretta tra tutti quei ricambi per APE, Ciao Piagio, SI e Bravo? Insieme con Claudio abbiamo studiato i vecchi elenchi polverosi dello schedario utilizzato per la gestione delle merci negli anni Sessanta. Ed ecco, i vecchi tesori, i vecchi, nuovi ricambi per Vespa e Lambretta erano lì.

IMG_3590vespa-lambretta-nos-italia

IMG_1610vespa-lambretta-nos-italia

IMG_1606vespa-lambretta-nos-italia

IMG_1608vespa-lambretta-nos-italia

Alla ricerca di pezzi rari per Vespa e Lambretta

Tuttavia, la ricerca con la “gestione merci” si è rivelata alquanto complicata. Così, abbiamo preso un vecchio carrello e abbiamo passato in rivista i corridoi, uno scaffale dopo l’altro. Scomparto per scomparto abbiamo dovuto innescare una vera e propria battaglia con strati di polvere di diversi centimetri.

Con le mani sporche di olio e polvere ma felici, abbiamo caricato il nostro pulmino VW con pezzi quasi introvabili per Vespa e Lambretta e siamo poi partiti alla volta di casa.

This post is also available in: Deutsch English Français Español

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *